Lentini  Oggi:  Scrittori

Gianni Cannone  
 
Scheda a cura di LentiniOnLine
 
Gianni Cannone (Lentini, 1938): giornalista, scrittore, saggista, storico locale, operatore culturale.
 
Sue opere principali
 
Sicilianita' (Ediprint, 1987)

Questo libro e' presentato il 29 settembre 1987, a Palazzo Vermexio di Siracusa, sotto gli uffici dell'Associazione Siciliana della Stampa, dallo scrittore Giuseppe Quatriglio e dal Prof.Filippo Motta del liceo "Gorgia" di Lentini. La fatica storico-letteraria del Cannone, contiene le biografie dei seguenti personaggi: Alaimo da Lentini, nella storia del Vespro; Ortensio Scammacca, nella storia del teatro italiano; Simuni da Lentini, Dante Alighieri e la grande Costanza; Riccardo architetto e i castelli federiciani; Giovanni Aurispa da Noto e la Chiesa di S.Maria di Roccadia. 

 
Quale momento paradigmatico dei valori della "sicilianità", il Cannone inserisce, quasi doverosamente, uno scritto di Alfio Sgalambro (uno dei padri fondatori del Premio Lentini) su Sebastiano Pisano Baudo, storico leontino di gran pregio.  Il disegno della copertina di Sicilianita', che rappresenta l'eroica difesa di Messina dall'assalto angioino, e' opera del maestro Franco Condorelli, noto pittore lentinese. E' degna di menzione, in questo contesto culturale, l'esibizione musicale di Alfio Antico, grande figlio di Lestrigonia, soprannominato, per il suo talento artistico di rara bellezza, "anima, tamburo e voce", di teocritea memoria. Intorno a "Sicilianità" di Gianni Cannone, eloquente e' la testimonianza giornalistica di Saretto Leotta (La Sicilia di Catania di Sabato 3 ottobre 1987)

 

Jacopo da Lentini, il siciliano che inventò il sonetto (ed.Leontìnoi Oggi, 2005)

Disponibile nelle librerie dal dicembre 2005: il volume di Gianni Cannone approfondisce l'opera del poeta lentinese, ministro della politica culturale federiciana e capo della scuola poetica siciliana. Al Notaro Jacopo da Lentini, geniale costruttore della genesi della lingua volgare italiana, si deve anche l'invenzione prestigiosa del sonetto che continua, ancora oggi, a essere esportato in tutto il mondo con meritato e rinnovato consenso. Jacopo da Lentini visto da Dante Alighieri come il notaro per antonomasia, e' quel poeta che, lasciato il latino nelle mani ormai malferme del potere e della cultura clericali dell'eta' medievale, canta per primo, in volgare, a una societa' italica e laica in via di formazione, la natura dell'amore: "Amor è un desio che ven da core". La copertina del volume e' un particolare della miniatura di Jacopo della fine del XIII sec. d.C. ed e' inserita nel Codice Palatino 418, f.18. L'opera e' un supplemento del periodico "Leontinoi Oggi", diretto dallo stesso Cannone.

 
Numerosi sono i saggi cannoniani, tra cui:
Jacopo da Lentini, inventore del sonetto, conferenza al liceo "Gorgia" di Lentini (3 aprile 1990)
Omero, canto X dell'Odissea: lo sbarco di Ulisse a Lentini, paese dei Lestrigoni, conferenza presso l'antico lavatoio comunale (23 maggio 1993)
Il ritorno di Carlo Lo Presti, conferenza al teatro comunale di Lentini (31 gennaio 1997) 
Il federalismo ante litteram di Gorgia, (La Notizia del 6-10-2001)
Come puo' chiamarsi Maniace il castello svevo di Riccardo da Lentini ? (La Notizia del 12-4-1997)
 

Nell'anno 1993, Gianni Cannone fonda il movimento culturale "Città di Leontinoi", che si prefigge, sotto il segno dell'utopia, la riunificazione territoriale dei comuni di Lentini e di Carlentini. La tematica dai tre volti del dipinto di Franco Condorelli è affascinante: Leontinoi (cioè Lentini e Carlentini insieme con l'antico nome greco), città delle arance; Leontinoi, citta' del Lago; Leontinoi, città archeologica.

clicca sull'immagine per ingrandirla  

 
Cannone, considerato, oggi, a ragione, sinonimo di Lentinita', ha svolto questi significativi incarichi:
 
Presidente della V e della VI edizione del Premio Nazionale Lentini che, con la morte prematura del suo creatore, Carlo Lo Presti, avvenuta nel 1969, cessa di esistere. 
 
Presidente del convegno internazionale su Vitaliano Brancati, tenutosi a Siracusa e a Pachino nel 1971, organizzato dall'amministrazione provinciale.
 
Presidente del convegno internazionale di studi "Gorgia e la sofistica" (Lentini-Catania 12-15 dicembre 1983), realizzato sotto l'egida del Comune di Lentini, con il concerto dell'Universita' di Catania e della Societa' Filosofica Italiana.
 
Sindaco della Citta' di Lentini (1982/1984), Gianni Cannone e' stato l'artefice principale della nascita della "Fondazione Pisano". Molto sentito l'apprezzamento da parte del primo presidente della costituenda struttura, prof.Armando Rossitto: "a Gianni Cannone, sindaco protagonista di un impegno per la costituzione della fondazione". 
 
Al Cannone si deve anche la pubblicazione degli atti del convegno "Gorgia e la sofistica", il cui volume viene ufficialmente presentato, nel quadro del "Progetto Gorgia '90", con relatori i proff. Gabriele Giannantoni, Francesco Romano, Luciano Montoneri e Filippo Motta (6 aprile1990).
 
Altro impegno significativo di Gianni Cannone riguarda la canzone napoletana con l'omaggio a Giacomo Rondinella, celebre cantante siculo-napoletano (La Notizia n.31 dell'8/9/2001 e n.32 del 15/9/2001). Paolo Limiti, il noto e bravo conduttore della trasmissione televisiva "Ci vediamo in TV" cosi' risponde al Cannone in data 9/10/2001: "Caro Gianni, ti ringrazio per le tue gentili parole e per i due numeri de "La Notizia" dedicati alla vita artistica di Giacomo Rondinella, che ho gradito molto".
 
Gianni Cannone e' autore della relazione-studio "Cenni storici su Lentini", attraverso cui viene concesso al Comune di Lentini, durante la sindacatura di Davide Battiato, il titolo di Citta' (D.P.R. 7 agosto 1990).
 
Iscritto all'albo dei giornalisti sin dal 1962, Gianni Cannone e' stato vice-corrispondente de "Il Corriere di Sicilia", nonche' corrispondente de "Il Tempo" e dell'ANSA.
 
E' stato anche direttore responsabile dei seguenti periodici: "La Fessura" di Lentini; "Il Lavoratore" di Siracusa, organo provinciale delle ACLI; "L'Aretuseo" di Siracusa; "La voce di Leontinoi" di Lentini; "Sviluppo Agricolo", rivista regionale dell'ESA di Palermo ( l'editoriale / il saluto ai lettori ).
 
Gia' editorialista del periodico il "Diario" di Siracusa di Pino Guastella, Gianni Cannone collabora, da sempre, con "La Notizia", il settimanale di Lentini diretto da Nello La Fata.
 
Il prof.Ferdinando Leonzio, nel suo apprezzato lavoro, "Una Storia Socialista" (Idea Stampa - Sortino 2000), cosi' rappresenta il giornalista Gianni Cannone: "allievo di Carlo Lo Presti e studioso e scrittore di storia cittadina e in particolare del notaro Jacopo".
 
Di Gianni Cannone va segnalata, inoltre, la pregevole recensione al libro di Turi Vasile "Il ponte sullo Stretto", edito da Sellerio Palermo, anno 1999 (La Notizia n.34 del 25/09/1999, terza pagina). In occasione del conferimento della cittadinanza onoraria di Lentini a Turi Vasile (Ex prestigioso presidente dell'Istituto Nazionale del Dramma Antico), avvenuto presso l'aula consiliare della citta' di Gorgia in data 15 settembre 2002, il relatore ufficiale della narrativa vasiliana, legata alla "lentinità" e alla "sicilianità", e' stato Gianni Cannone.
 

Gianni Cannone, e' opportuno ricordarlo, insieme con Franco Greco e Francesco Saeli, ha curato lodevolmente il trattatello dell'ESA di Carlentini "Le scelte varietali per una moderna agrumicoltura" (Stab.Tip.Rotoflex-Lentini-2002). Il tutto avente semplicemente scopo divulgativo e informativo. Un lavoro quindi che intende indirizzare gli agrumicultori verso scelte innovative ormai ritenute improrogabili.

 
In questa mini-biografia, non poteva non rientrare, alla fine, il 1970.  E' l'anno in cui nasce a Lentini il "Club dei Lions". Il giornalista Gianni Cannone, uno dei soci fondatori, risulta essere stato anche, in tale contesto, il primo segretario della storia del Club.
 
 
Il Ponte Etico di Gianni Cannone (a cura di LentiniOnline - set 2016)
Gorgia e la Sofistica: il gran rifiuto dell'Avv.Agnelli e di S.Addamo (di G.Cannone - set 2017)
 
 
 
L'Alcesti di Euripide a Lentini (Corriere di Sicilia del 9-5-1956)
 Bronzi di Riace: mistero e fascino (Nuovo Diario del 5-10- 1985)
Natale 2005 - Nasce "LEONTINOI OGGI" di Gianni Cannone
Cittadinanza onoraria di Lentini al tenore Giuseppe Di Stefano (2007)
L'antico splendore di Ortigia  "CAMMINO"  di  gen-feb  2012
Premio Copertina 2012 a Franco Condorelli, campione di lentinità
Ciccio Carrà Tringali, poeta lentinese (Tesi di Laurea di Silvia Amore-2012)
Medaglia d'oro al giornalista-scrittore Gianni Cannone (La notizia del 7-4-2012)
Lo scrittore lentinese Ferdinando Leonzio di G.Cannone (mag-2016)
Santi Nicita, Il Presidente di G.Cannone (mag-2016)
I cosiddetti Bronzi di Riace (Cammino-giu 2016)
Ciccio Carrà Tringali di Lentini ... (Cammino-apr 2017)
Il Kouros di Leonti’noi e l'Odissea della Riunificazione (nov 2018)
 
Anno I n.1 Dicembre 2005 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno II n.1 Marzo 2006 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno II n.2 Giugno 2006 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno II n.3 Settembre 2006 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno II n.4 Dicembre 2006 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno III n.1 Marzo 2007 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno III n.2 Giugno 2007 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno III n.3 Settembre 2007 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno III n.4 Dicembre 2007 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno IV n.1 Marzo 2008 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno IV n.2 Giugno 2008 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno IV n.3 Settembre 2008 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno IV n.4 Dicembre 2008 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno V n.1 Marzo 2009 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno V n.2 Giugno 2009 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno V n.3 Settembre 2009 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno V n.4 Dicembre 2009 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno VI n.1 Marzo 2010 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno VI n.2 Giugno 2010 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno VI n.3 Settembre 2010 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno VI n.4 Dicembre 2010 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno VII n.1 Marzo 2011 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno VII n.2 Giugno 2011 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno VII n.3 Settembre 2011 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno VII n.4 Dicembre 2011 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno VIII n.1 Marzo 2012 (PDF) SFOGLIA ONLINE
Anno VIII n.2 Giugno 2012 (PDF) SFOGLIA ONLINE
 
 
                               

copyright, privacy e termini d'uso